Terremoto nel Pacifico paura tsunami a Tonga

Allarme tsunami nel sud-est dell'oceano Pacifico dopo un sisma di magnitudo 7,9. L'allerta riguarda le isole Tonga, Samoa e Fij. Gli esperti: "Un terremoto di questa intensità potrebbe generare uno tsunami distruttivo"

Washington - Si teme l'arrivo di uno tsunami nel Pacifico meridionale. dopo che un sisma di magnitudo 7,97 ha investito le acque al largo delle isole Tonga. L’allarme riguarda oltre le Tonga, dove da giorni sta eruttando un vulcano sottomarino, anche le Samoa e Fiji. Lo ha reso noto il centro tsunami statunitense.

"Potrebbe generare terremoto distruttivo"
La scossa si è verificata alle 19,18 a una profondità di soli 10 chilometri ha reso noto il centro geologico statunitense. L’epicentro è stato individuato a 209 chilometri dalla capitale delle Tonga Nukùalofa. "Al momento non sappiamo se effettivamente si sia generato uno tsunami - ha reso noto il centro di allerta - ma un terremoto di questa intensità ha potenzialmente la forza per generare uno tsunami distruttivo".
L’Alaska Tsunami Center ha affermato però che, nonostante il forte terremoto, le autorità non ritengono che lo tsunami colpirà gli stati della California, dell’Oregon, di Washington, o la costa dell’Alaska.

Allarme rientrato E' stato cancellato l'allarme tsunami, lo ha reso noto lo US Pacific Tsunami Warning Center sul suo sito. "Non esiste minaccia di tsunami per le aree costiere nel Pacifico - si legge nel sito - anche se alcune possono riscontrare piccole variazioni del livello del mare". L'allarme era stato lanciato alle 19,17 ora italiana.