Il terremoto? Ridiamoci su Comici uniti per Fagnano Alto

Il testimone, in questo caso un semplice microfono, passa di mano in mano dando voce ad attori di diversa formazione e background artistico, in una serata di solidarietà in favore dei terremotati: il Gran Galà della Comicità - 100 per cento in favore dell’Abruzzo. Ci saranno tutti, domani alle 21 al Teatro Olimpico, a dare il loro contributo senza prendere un euro di rimborso, maestranze comprese. Volti noti della scena e del piccolo schermo, dall’istrionico Max Giusti alla camaleontica Gabriella Germani (famosa per le sue divertenti imitazioni di Monica Bellucci, Serena Dandini, Barbara Palombelli e del ministro Mara Carfagna), passando per Dario Vergassola, Maurizio Battista, Lillo&Greg, Marco Marzocca e Sarcinelli, Andrea Perroni, Dado, Alessandro Di Carlo, Stefano Fabrizi e Marco Capretti. Tutti uniti, grazie a copioni diversi cuciti insieme da un nobile filo conduttore (un sorriso che possa riaccendere la speranza nel futuro).
Il ricavato della serata benefica sarà devoluto interamente (percentuale Siae e Iva escluse, almeno per ora) agli abitanti di Fagnano Alto, un paese di montagna composto da 10 frazioni: 450 anime che a seguito del terremoto del 6 aprile, che ha devastato il centro abitato e reso inagibile il 60 per cento delle abitazioni, si trovano a vivere un’emergenza resa più sopportabile solo dall’instancabile lavoro dei volontari e dalla fratellanza degli uomini della Protezione Civile del basso Lazio. «La prima notte dopo il sisma il nostro campo tenda era già pronto - dice il sindaco Mauro Fattore, al quale venerdì notte saranno consegnati i proventi del botteghino destinati alla costruzione di moduli abitativi - aspettiamo l’ok dal governo per sapere cosa fare in concreto, ma nonostante la tragedia, i cittadini di Fagnano sono abruzzesi di montagna: vere teste dure, faranno di tutto per rinascere».
A condurre la serata, tra risate e riflessioni, saranno due volti noti del giornalismo sportivo Massimo Caputi e Marco Marzocchi. «Un migliaio di biglietti sono già stati venduti - dice Andrea Bianco, promotore dell’evento nato da un’idea venuta a Max Giusti durante la trasmissione Quelli che il calcio... - speriamo di fare il tutto esaurito, perché nelle tendopoli c’è molta gente che soffre». Afa di giorno, freddo la notte. «A risentire dell’escursione termica sono soprattutto gli anziani, ma si stanno acuendo anche i problemi di natura psicologica», spiega il sindaco Fattore il quale domani siederà in platea accanto a una rappresentanza di concittadini che arriveranno nella capitale in pullman per godersi lo show. La serata inizierà con la proiezione di un video molto toccante in cui si vedranno i danni provocati dal sisma in paese. «Il prossimo impegno? - conclude serio Max Giusti - Andare in Abruzzo a far vedere lo spettacolo alla popolazione di Fagnano che non sarà con noi a teatro».