Terremoto sul terremoto

Terremoto nella maggioranza in consiglio comunale, che si spacca proprio sulla classificazione sismica di Genova. Qualcosa nel sottosuolo della Superba deve essere cambiato, perché la Regione Liguria, ha deciso di classificarla ora come zona «3», anziché confermare l'usuale zona «4». Con tutta una serie di conseguenze, legate più che altro all'edilizia. In più, con il passaggio di categoria, subentrerebbe una serie di nuove regole su costruzioni, ristrutturazioni e interventi edilizi in genere. «Assedil e le associazioni di categoria sono allarmate dal possibile aumento del prezzo del loro lavoro - dice Alessio Piana, Lega Nord, che ha presentato un ordine del giorno in merito -. Lo schema della Regione va rivisto». È d'accordo anche la sindaco, Marta Vincenzi, che ha approvato il documento della Lega. «Bisogna anche considerare che sono duecento anni che a Genova non si verificano fenomeni tellurici - spiega Piana -. Non ci sono avvisaglie che possano far pensare a un peggioramento della condizione». Se Marta ha detto «sì», è contraria, invece, la sua maggioranza. Perché se la Regione ha deciso, in seguito a pareri tecnici, di variare quel dato, un motivo ci sarà. Non spetterebbe quindi al consiglio intervenire su questioni così tecniche. Però, con i voti dell'opposizione, quello di qualche consigliere della maggioranza e, soprattutto, quello della sindaco, l'ordine del giorno di Piana è stato approvato. E Marta Vincenzi interverrà presso la Regione perché quel «3» possa tornare ad essere un «4».