Terrorismo Il 23 prova anti-attacco a Cadorna

La prima esercitazione anti-terrorismo in Italia verrà fatta a Cadorna fra tre settimane. Esattamente il 23 settembre a mezzogiorno. Voluta proprio dal ministro dell’Interno Giuseppe Pisanu in un vertice con le prefetture svolto al Viminale prima delle ferie d’agosto. Attenzione massima intorno ad «Ago e filo», la simulazione che coinvolgerà sia la stazione dei treni, capolinea delle Ferrovie Nord, sia quella della metropolitana, con l’intersezione tra la linea 1 e 2, rossa e verde.
Un punto sensibile quello scelto dal Prefetto, dalle forze dell’ordine e dai responsabili del ministero che vogliono testare seriamente la propria capacità di reazione in caso di attacco terroristico. Test probante anche perché il 23 settembre il ritmo di vita della città sarà quello abituale. Metropolitane affollate, strade piene di traffico e uffici che marciano a pieno regime. E la scelta di Cadorna rivela un segnale chiaro: «Milano non sottovaluta il pericolo e si prepara a qualunque eventualità».