Terrorismo, controlli nei centri sociali

Dopo l’arresto di Hamdi Adus Issac la polizia rafforza i controlli su un grosso stabile di via Collatina occupato abusivamente da circa trecento tra somali, etiopi ed eritrei con la «complicità» di alcuni militanti di Action. Gli «inquilini» dell’immobile, nella cui zona insistono anche diversi centri sociali, si definiscono «rifugiati» e si appellano al laborioso iter di concessione dell’asilo politico. Intanto la questura di Roma ha diffuso i dati dell’attività dell’Ufficio stranieri: fra giugno e luglio sono stati espulsi 1.340 clandestini, dei quali 749 sono stati rimpatriati: 569 con accompagnamento alla frontiera, e 118 rispediti sotto scorta al Paese di provenienza.