Terrorismo Minacce brigatiste al «Giornale» e all’«Unità»

«Scegliamo la strada della propaganda armata e della violenza diffusa perché ogni altra strada ci è stata preclusa dal regime». È questa la frase che ha tenuto ieri a battesimo l’ultima sigla terroristica, i Nuclei di azione territoriale (Luca e Anna Maria Mantini). La lettera-manifesto è stata recapitata ieri a Milano all’«Unità», alla sede Rai, a Mediaset e alla redazione del «Giornale». Il testo di quattro pagine riporta una «risoluzione strategica» approvata nell’ottobre scorso da cinque «nuclei territoriali» contro il governo e gli industriali, «il monopolio televisivo ed i giornali, la chiesa cattolica e oscurantista, la destra e il Pd». La lettera di ieri ha il timbro postale di Milano ma è la Procura di Bologna ad aver aperto un’inchiesta per «associazione sovversiva», visto che la stessa missiva era stata recapitata nei giorni scorsi alle redazioni del «Resto del Carlino» e dell’«Unità» del capoluogo emiliano.