Terzi «in pole» per la Cultura

Il dopo-Sgarbi è vicino. Il sindaco Letizia Moratti ha anticipato ieri al vertice romano coi rappresentanti di Fi, Lega, An e Ucd, che non intende tenere ancora per molto le deleghe alla Cultura, rimaste libere dopo il «licenziamento» di Vittorio Sgarbi. Due le ipotesi: affidarle a una figura nuova e di alto profilo oppure a un assessore già in giunta. In pole position, se vince la seconda opzione, potrebbe esserci Giovanni Terzi che già si occupa dei Grandi eventi.