Al terzo giorno la Clerici si sgonfia

E al terzo giorno la Clerici sgonfiò i fiocchetti. È ancora presto per dire chi vincerà la gara tra le due nuove versioni di Affari tuoi e Striscia la notizia (con Ficarra e Picone), ma per ora siamo due a uno. Lunedì, grazie all’effetto novità e alla simpatia di Antonella, il game show di Raiuno è arrivato al 31 per cento di share e anche martedì ha battuto il tg satirico, ma mercoledì Striscia è tornata sopra. Era una serata particolare con la partita del Milan su Italia uno che ha portato via spettatori a entrambi i programmi, ma alla fine Striscia ha raggiunto il 26,24 % di share, mentre il gioco si è fermato al 24,5. E se è vero che la Clerici sta cercando di portar via il pubblico di bambini a Canale 5 con tanto di maialino e canzoncine di «nonna pina» (tra i 4 e i 7 anni Antonella ha alzato lo share di 4-6 punti rispetto alla media di Pupo), è anche vero che il tg satirico l’altro ieri ha distaccato di dieci punti il concorrente nel pubblico attivo tra i 15 e i 64 anni. È una battaglia importante, quella che sta giocando la Clerici, tanto che per sostenerla Raiuno ha rinunciato a un blocco pubblicitario all’inizio dello show. Il format di Raiuno, che negli ultimi mesi, è stato regolarmente battuto da Striscia, deve trovare nuova vitalità. E lo può fare nella conduzione. Quello della Clerici è un esperimento: se andrà bene, in autunno potrà tornare lei, in rotazione con altri colleghi. Pupo per ora si è defilato: a giugno deciderà se l’anno prossimo avrà voglia di tornare in Tv.