Al terzo treno soppresso va alla polizia e fa un esposto contro le Ferrovie

Esasperato, all’ennesima soppressione di un treno, ha denunciato le ferrovie. Piero Randazzo è uno dei tanti «clienti» beffatti sui binari. In particolare, ricorda nell’esposto presentato alla polizia ferroviaria di Genova, in tre occasioni diverse, il 5, il 15 e il 16 settembre scorso, ha cercato di salire sul treno regionale in arrivo da Busalla alle 16.43 nella stazione Brignole. Ogni volta, già trascorso l’orario previsto, l’altoparlante annunciava la soppressione del convoglio fin dalla partenza. «Per tornare a casa impiegavo due ore - spiega Randazzo - Quando chiedevo spiegazioni a Trenitalia mi dicevano di fare un esposto. L’ho fatto».