Terzo Valico e Gronda, via libera da Castelli

(...) anni il Terzo Valico si farà - ha annunciato Castelli -: il Cipe ha stanziato i primi 500 milioni, contiamo di superare l'ultimo cavillo sollevato dalla Corte dei Conti e di posare la prima pietra entro i primi mesi del prossimo anno». E se per i finanziamenti futuri non dovrebbero esserci problemi, grazie a un emendamento inserito in Finanziaria, finalmente qualcosa si muove anche per la Gronda: «È un'opera che riguarda soprattutto le forze locali - ha spiegato il Sottosegretario - ma pare che dopo tante discussioni si sia giunti anche qui finalmente a una soluzione. Attenzione però: il nuovo tracciato costa tantissimo, da 1,7 miliardi si è passati a 3 miliardi di euro, e, anche se è tutto a carico di Società Autostrade, questo interessa il Governo».
Secondo Castelli è necessario prepararsi bene alle nuove sfide che non ci si può illudere di vincere automaticamente: «Con il Corridoio Genova-Rotterdam si aprono prospettive gigantesche - avverte - ma la Padania sarà così ancora più vicina ai grandi porti del Nord Europa», i maggiori competitori del sistema portuale ligure.
A margine del Convegno, il Viceministro ha anche benedetto la candidatura di Biasotti alla prossime regionali e ha bacchettato Fini: «Spero che resti dentro il Pdl ma seguendo il programma sottoscritto davanti agli elettori. Per esempio nel nostro programma non sta scritto che si deve dare il voto agli immigrati; nel programma del Pd, partito che ha perso le elezioni, invece sì».