Il tesoretto 2007 è di 10,7 miliardi

Per il 2007 l'extragettito è di 10,7 miliardi più elevato
rispetto alle previsioni del ministero dell'Economia. Un ulteriore
miliardo è stato già destinato all’accelerazione dei rimborsi
d’imposta. Visco: "Imposte ridotte per 10 miliardi all'anno"

Roma - Cresce il tesoretto derivante dall’extragettito delle entrate tributarie per il 2007. Il maggior gettito, ha sottolineato il viceministro dell’Economia, Vincenzo Visco, è a fine anno di 10,7 miliardi "più elevato rispetto alle ultime previsioni". Infatti "ai 9,1 miliardi di euro di rialzi già effettuati tra giugno e settembre si sono aggiunte altre entrate in più: il gettito è stato infatti di 1,6 miliardi superiore alle previsioni di settembre". A questo si deve aggiungere un miliardi di euro per accelerare il rimborsi di imposta.

L'extragettito del 2007 Il "tesoretto", ossia il maggior gettito, è ammontato nel 2007 a 11,7 miliardi, ma un ulteriore miliardo è stato già destinato all’accelerazione dei rimborsi d’imposta. "Il maggior gettito del 2007 - ha spiegato il numero due di via XX Settembre - è stato anche più ampio, perchè circa 1 miliardo di euro è stato utilizzato per accelerare i rimborsi d’imposta". Quindi, in totale, è stato pari a 11,7 miliardi, 1,6 miliardi in più rispetto alle previsioni del Governo di settembre scorso.

Imposte ridotte Tra il 2006 e il 2008 sono state approvate riduzione di imposta per oltre 10 mld di euro l’anno. "È una leggenda metropolitana che le tasse sono aumentate - dice il viceministro - le abbiamo ridotte, ad aumentare è stato il gettito che è un’altra cosa". Infatti, vi sono stati degli aumenti di imposta, come ad esempio i bolli auto, che però sono stati "ampiamente inferiori alle riduzioni". "Gran parte del maggior gettito - spiega Visco - è derivato da misure antievasione che non incidono affatto sui contribuenti onesti".

Fiducia per il 2008 "Il buon andamento del 2007 rappresenta anche un sostegno per il 2008". Il viceministro dell’Economia, nel corso della conferenza stampa in cui sono stati presenti i dati sulle entrate tributarie nel 2007, sottolinea che il buon andamento delle entrate registrato lo scorso anno potrebbe proseguire anche nel 2008. "Non sappiamo con esattezza quanto sarà - spiega Visco - ma possiamo essere abbastanza fiduciosi, salvo sconquassi nella seconda parte dell’anno".