Tesoretto, sì della Camera alla fiducia

Roma. La Camera ha votato la fiducia posta dal governo sul decreto legge sull’extragettito, il cosiddetto «tesoretto». Il provvedimento è passato nel pomeriggio con 309 sì e 182 no. Ma nelle file della maggioranza, Rosa nel pugno e Rifondazione comunista hanno espresso riserve sull’operato del governo. «Restiamo in attesa di risposte da parte del premier Romano Prodi - ha detto in aula Sergio D’Elia (Rnp) - alle questioni poste dal ministro Emma Bonino sul nodo pensioni». Un vero e proprio avvertimento quello lanciato dal segretario del Prc Franco Giordano: «La fiducia è condizionata alla trattativa sulle pensioni». Il voto finale sul decreto legge è previsto per mercoledì prossimo, poi il provvedimento passerà al Senato.