Tesoro da 80mila euro nascosto in una baracca del campo rom Casilino

Avevano un tesoro nascosto nelle baracche del campo nomadi Casilino 900. Un tesoro di orologi Rolex e Bulgari, collier orecchini e preziosi, per un valore di 80mila euro, che avrebbero venduto con la complicità di un italiano. Per questo tre nomadi, e il complice italiano, sono stati denunciati per ricettazione dagli agenti del commissariato Prenestino. I quattro conducevano una vita dispendiosa girando con macchine lussuose nonostante risultassero senza lavoro. Partendo da questo elemento i poliziotti hanno indagato scoprendo un vasto giro d’affari che i rom, residenti nel campo nomadi di via Casilina, avevano messo su. I tre nomadi si spostavano quotidianamente fino al mercato di via Sannio dove si incontravano con il complice italiano per smerciare oggetti rari, tutti proventi di furto, in particolare orologi e gioielli. Gli agenti ieri hanno individuato i nomadi nella zona di San Giovanni con indosso orologi di valore pronti per essere venduti. In una delle baracche la polizia ha sequestrato numerosi oggetti, tra cui pellicce e telecamere.