Tesoro in casa del nullatenente

Un vero e proprio tesoro in lingotti d’oro, orologi e pietre preziose per un valore di mezzo milione di euro, più uno scrigno con mille sterline in oro e denaro contante (euro e dollari) per altri 250mila euro è stato scoperto dai funzionari dell’Agenzia delle Entrate di Genova nelle case di un evasore totale, un commerciante di oggetti d’oro usati che risultava nullatenente.
Il commerciante non appariva direttamente, ma di fatto gestiva la società intestataria dell’attività di compravendita d’oro e di preziosi. Le indagini fiscali, condotte dall’ufficio Analisi e ricerca della Direzione regionale in collaborazione con la procura della Repubblica, hanno evidenziato un ricchissimo giro d’affari del tutto nascosto al fisco.
Il commerciante aveva inoltre a sua disposizione alcuni immobili a Genova, nei Caraibi e in Costa Azzurra. Aveva inoltre debiti pregressi col fisco di oltre due milioni di euro, ma la situazione di fittizia indigenza aveva finora reso impossibile l’esazione delle somme.