Tesoro: per cda no a voto segreto

Consob

Il ministero dell’Economia si dice d’accordo con l’abrogazione della norma prevista con la riforma del risparmio che introduce il voto segreto per l’elezione delle cariche sociali. Lo scrive il Tesoro nella nota che accompagna la relazione annuale della Consob, trasmessa a Via Venti Settembre come da prassi entro il 31 marzo. E a questo proposito «si condivide - scrive il Tesoro - l’esigenza di individuare al più presto un veicolo normativo per l’abrogazione» della norma. Il Tesoro afferma inoltre che «in tema di Opa la relazione della Consob segnala anche gli aspetti critici della disciplina vigente con riferimento ai tempi e alle procedure previste per le diverse autorità di vigilanza coinvolte, quando società bersaglio sia un’impresa bancaria o assicurativa». «Condivisibile - conclude la nota - è l’intento di trovare più efficaci forme di coordinamento tra le Autorità in sede di recepimento della direttiva europea».