Test antidroga alla Pisana

«Ho inoltrato una lettera al presidente del Consiglio regionale, Massimo Pineschi invitandolo a far sua la proposta di chiedere ai membri del Consiglio regionale del Lazio di sottoporsi volontariamente ad accertamenti sull’uso di sostanze psicotrope illegali. L’adesione o non adesione dovrà essere una libera scelta etica, non suscettibile di elementi e valutazioni pregiudiziali e degna di totale rispetto. Così come chi vorrà rendere pubblici i risultati lo farà come atto di servizio nei confronti dei cittadini elettori, nell’ottica di un rapporto di piena trasparenza e condivisione di scelte». Lo afferma in una nota Alfredo Pallone, capogruppo di Fi alla Pisana. «Dissento profondamente dal metodo utilizzato a proposito dell’evento che ha portato tanto clamore, poiché frutto dell’inganno, in violazione delle più elementari norme della privacy che tutela anche il ruolo istituzionale. Credo però che una libera e volontaria iniziativa potrebbe essere accettata favorevolmente dai colleghi consiglieri regionali e dai cittadini».