Test Pirelli alla «Panamerican 20,000» di Ferrari

Gigi Pavesi

da Milano

Pirelli e Ferrari ancora insieme in una nuova avventura. Dopo il tour di 15mila miglia in Cina dello scorso anno, ecco la Panamerican 20,000, il raid partito giovedì dal Brasile che vede impegnate due 599 GTB Fiorano. Pirelli Tyre fornisce, per l’occasione, tre tipi di coperture adatte a tutte le condizioni ambientali: il P Zero di nuova generazione per impieghi stradali, il Winter 240 Sottozero per le superfici innevate e pneumatici con mescole speciali per gli sterrati. Le misure impiegate sono 245/40 R19 all’anteriore e 305/35 R20 al posteriore. Alla guida dei coupé Ferrari, 50 giornalisti che si alterneranno al volante lungo le 20mila miglia tra Belo Horizonte, punto di partenza, e New York, meta del tour che sarà raggiunta a metà novembre. Pirelli accompagna Ferrari con uno pneumatico sviluppato ad hoc per la casa di Maranello. Il prodotto, in fase di sviluppo, sarà la punta di diamante della P Zero collection, la famiglia ultra high performance di Pirelli. Il P Zero di ultima generazione, che sarà lanciato nel 2007, è l’essenza dell’avanguardia tecnologica Pirelli, nuovo per struttura e materiali.
Il raid nelle Americhe è l’ultima avventura di una lunga storia di successi che vedono Pirelli e Ferrari, l’eccellenza dell’automotive italiano, insieme. E non solo per la fornitura di gomme in primo equipaggiamento, ma anche nelle competizioni: dai primi Mondiali Piloti di F1 vinti da Ferrari con Alberto Ascari negli anni ’50 alle vittorie della 430 GTC, recente dominatrice della classe GT2 alla «24 Ore di Spa». Una collaborazione sempre ricca di stimoli innovativi: non a caso la famiglia P Zero, che si conferma la preferita degli automobilisti più esigenti, è nata nel 1987 per la Ferrari F40. Al raid è assegnato anche un altro significativo ruolo di valorizzazione del «made in Italy» e delle partnership internazionali della Ferrari: in Brasile, a esempio, è stata posta posta al centro dell’attenzione l’attività locale di Fiat Auto (30 anni di presenza e 9 milioni di veicoli prodotti da Fiat Automòveis) con la cerimonia della partenza che ha avuto luogo proprio presso gli stabilimenti Fiat di Betim, nelle vicinanze di Belo Horizonte, alla presenza di 4mila dipendenti. È seguito un evento dedicato a Iveco che, oltre a fornire i tre veicoli di assistenza e ricambi (due Daily e un minibus City Class) sta sviluppando la propria presenza in Sudamerica con un continuo rinnovamento della gamma.