Test di primavera: al voto in 27 città e in otto province

Sono 935 i Comuni chiamati al rinnovo delle amministrazioni nella prossima primavera, il primo test importante dopo le politiche dell’aprile 2006 vinte dal centrosinistra. Di questi, 163 sono superiori ai 15mila abitanti (tra cui 27 capoluoghi) e 772 sono inferiori.
Ai Comuni si aggiungono otto amministrazioni provinciali da rinnovare: Vercelli, Como, Varese, Vicenza, Genova, La Spezia, Ancona e Ragusa. Nei Comuni capoluogo, 12 giunte sono in mano al centrosinistra, 15 al centrodestra (un comune, Taranto, è guidato, da aprile, dal commissario straordinario). Entrando nel dettaglio, ad Alessandria Mara Scagni è sindaco dal 2002 e guida una coalizione di centrosinistra; stesso colore ad Asti dove sindaco è Vittorio Voglino e a Cuneo, dove il primo cittadino è Alberto Valmaggia. A Como invece, l’amministrazione è guidata da Stefano Bruni, centrodestra.
Una situazione particolare è quella di Belluno, dove il sindaco, Celeste Bortoluzzi, che aveva vinto le elezioni nel giugno scorso, in settembre è morto. La giunta, di centrodestra, è al momento guidata dal vicesindaco, Franco Gidoni. Anche Gorizia, ora guidata da Vittorio Brancati (centrosinistra), è chiamata al voto ma la città forse più grande a dover eleggere il primo cittadino è Genova, dove l’attuale sindaco, Giuseppe Pericu (centrosinistra), in primavera completerà i due mandati consecutivi. Pure Verona spicca tra le maggiori sfide dopo la scadenza del mandato del primo cittadino uscente, Paolo Zanotto (centrosinistra). In mano alla sinistra anche La Spezia con Giorgio Pagano. In Emilia Romagna, al voto Parma e Piacenza: la prima in mano ad Elvio Ubaldi (centrodestra), la seconda guidata da Roberto Reggi (centrosinistra). In Toscana sono chiamate a rinnovare l’assetto dell’amministrazione comunale Lucca, al momento guidata da Pietro Fazzi di Forza Italia e Pistoia, dove il primo cittadino è Renzo Berti (centrosinistra).
Nel Lazio si vota a Frosinone (guidata da Domenico Marzi, centrosinistra), a Latina (primo cittadino è Vincenzo Zaccheo, centrodestra) e a Rieti, dove il sindaco è Giuseppe Emili, di An. Elezioni anche a L’Aquila dove dal 2002 il primo cittadino è Biagio Tempesta (centrodestra) mentre in Molise si voterà a Isernia dove la giunta è guidata da Gabriele Melogni (centrodestra). Altra grande sfida a Lecce, roccaforte del centrodestra, guidata da Adriana Poli Bortone (An). Taranto è stata invece commissariata in aprile. Passando alla Basilicata, dovrà andare a votare Matera, ora guidata da Michele Giuseppe Porcari (centrosinistra). In Calabria si vota a Reggio Calabria, il cui primo cittadino, Giuseppe Scopelliti, è espressione di una giunta di centrodestra. In Sicilia si vota ad Agrigento, guidata da Aldo Piazza (centrodestra), a Palermo, dove il sindaco è Diego Cammarata (centrodestra) e a Trapani, guidata da Girolamo Fazio, anch’egli a capo di una coalizione di centrodestra. Infine, in Sardegna, si vota a Oristano, dove in primavera scadrà il mandato dell’attuale sindaco Antonio Barberio (centrodestra) e ad Olbia, dove il sindaco è Settimo Nizzi, di Forza Italia.