La testa di serie numero 2 cede ad Arnaboldi

Può accadere. Alla terza giornata del Genoa Open tennistico, patrocinato da Banca Popolare di Novara, esce la testa di serie n° 2, il bolognese Simone Bolelli accreditato alla posizione 87 nel mondo, battuto dalla wc Andrea Arnaboldi per ora al n°588. Sul centrale «Beppe Croce», il mancino Arnaboldi ha sfoderato grinta, continuità e combattività vincendo 6/4,3/6,6/3. Bravo davvero. Che dire di Bolelli? È apparso subito in difficoltà, si è impegnato e, alla fine, ha pagato gli sforzi accumulati nell'ultimo vittorioso periodo. Alessio Di Mauro, ha faticato più del previsto per superare il modesto bosniaco Ivan Dodig molto falloso. Anche per un Di Mauro, apparso distante dalla sua migliore condizione, è semplice portarsi a condurre per 5-2, ma è sufficiente che Dodig sbagli meno per risalire a 4-5. Di Mauro è nervoso, reclama un quindici, non accetta il giudizio dell'arbitro vuole in campo il supervisor Carmelo Di Dio che conferma la decisione arbitrale, poi a fatica si aggiudica il primo set. (6/4). Nella seconda frazione, Dodig sbaglia meno e per Alessio iniziano le difficoltà; l'avversario lo trascina fino al tie-break che Di Mauro conquista lasciando l'avversario a uno. Nei quarti il siciliano dovrà affrontare Arnaboldi e per andare in semifinale ci vorrà un Di Mauro molto diverso.
La testa di serie n° 1, l'argentino Carlos Berlocq, ha regolato in due set il romano Francesco Piccari che nel primo set ha infiammato il pubblico con rovesci e fendenti di diritto spesso vincenti. Berlocq gli ha tenuto testa condendo il suo gioco con smorzate vincenti. Suo il primo set, 6/3. Nel secondo, l'estroso Piccari si concede venti minuti di "relax" e Berlocq vola sul 5-0. Sussulto finale del romano e set a Berlocq per 6-2. Nei quarti è atteso lo scontro Berlocq-Gaudio.
Ha combattuto il marchigiano Daniele Giorgini, proveniente dalle qualificazioni, contro lo spagnolo Ivan Navarro Pastor, n° 3 del tabellone, ma ha dovuto arrendersi (6/4,6/3) dopo un'onorevole difesa. Pastor ha già eliminato Lorenzi e Giorgini e nei quarti incontrerà il romano Flavio Cipolla (n°8) facile vincitore sul qualificato Alberto Giraudo (6/2,6/1). Facile il successo (6/1,6/3) dello spagnolo Ruben Ramirez Hidalgo su Marco Crugnola. Oggi quarti di finale: Berlocq-Naso o Gaudio, Ramirez Hidalgo Ruiz Cadenas o Koellerer, Cipolla-Navarro Pastor, Di Mauro-Arnaboldi.Inizio alle ore 13,30 sul Centrale.