In testa vince solo l'Inter Roma battuta a Palermo

Le inseguitrici non sfruttano il mezzo passo falso del Milan con la Sampdoria. Pari per la Lazio in casa con il Catania, Napoli sconfitto 3-1 a Udine. Il Palermo passeggia sulla Roma: 3-1. Risale l'Inter: 5-2 al Parma: <strong><a href="http://www.ilgiornale.it/sport/calcio_serie_a/live.pic1" target="_blank">guarda tutti i gol
</a></strong>

Roma - Anche la Lazio frena, dopo i pareggi di Milan e Juventus ieri, e così il vantaggio dei rossoneri in testa alla classifica rimane di tre punti. Con un'imprevedibile tripletta di Stankovic l'Inter torna alla vittoria in campionato dopo un mese, schianta un bel Parma e approfitta del rallentamento di chi le sta davanti. I nerazzurri sono ora a -7 dai rossoneri e la classifica in testa si accorcia ulteriormente. Non ne approfitta la Roma che sprofonda in serata a Palermo (3-1), fallisce il terzo posto e lascia ai siciliani la quinta piazza in coabitazione con la squadra di Benitez. La neve fa rinviare Bologna-Chievo, Brescia-Genoa si gioca su un campo impossibile e finisce 0-0. A Udine ancora una tripletta di Di Natale, il Napoli ko. Uno a uno in Bari-Cesena, il Cagliari batte 3-2 il Lecce.

Che Inter A San Siro Benitez con una scorpacciata all'ora di pranzo puntella la sua panchina traballante bissando il successo contro il Twente in Champions. Ma il Parma incute timore andando in vantaggio con l'ex nerazzurro Crespo. Ci pensa Stankovic a ribaltare il risultato in due minuti con due tiri deviati dai difensori, poi segna ancora Cambiasso, già match-winner contro gli olandesi. E sono passati appena 5'. Prima della fine del tempo accorcia le distanze sempre Crespo, che raggiunge Sivori a quota 146 gol in serie A. Nella ripresa l'Inter si prende i tre punti con il rientrante Thiago Motta e con il terzo gol di Stankovic. Il digiuno è interrotto, in casa durava addirittura da due mesi. Per il Parma due legni nel secondo tempo e passivo eccessivo.

Rallenta la Lazio La Lazio pareggia la seconda partita di fila fermata in casa dal Catania. Siciliani avanti con il difensore Silvestre di testa, pari biancoceleste con Hernanes, tutto nel primo tempo. Grazie agli altri risultati la Lazio resta però al secondo posto a 3 punti dal Milan. A Udine il Napoli subisce il nuovo Di Natale show, alla seconda tripletta consecutiva in casa (8 gol in totale). L'attaccante segna su rigore e raddoppia con un bellissimo destro da fermo da fuori area. Il tris nel secondo tempo, direttamente da angolo, con Hamsik piazzato sul primo palo che liscia clamorosamente il pallone. Lo slovacco si riscatta subito con un gran destro da lontano, ma poi si fa parare il rigore che avrebbe riaperto il match. A Cagliari seconda vittoria consecutiva in due partite per il nuovo allenatore dei sardi Donadoni, il Lecce perde ancora e De Canio forse rischia. Doppietta del cagliaritano Matri, a quota 8 e probabile stella del mercato di gennaio. Rischia anche Ventura a Bari, salvato dalla sconfitta interna con il Cesena solo da una rete del centravanti di scorta Caputo.