La testata, lo svenimento Poi sussurra: «Sto bene»

Riccardo Signori

da Milano

Un gol eppoi le luci spente. Un uomo steso e addormentato sul prato di San Siro. Come avesse incrociato un pugno di Tyson. L’anno 2005 di Adriano si è chiuso così. Spavento a parte, meglio di come l’aveva cominciato. Anche ieri sera l’Inter non lo ha tradito. Il suo gol è servito a tener alta la sfida con la Juve e a dirle: noi ci siamo, voi cosa fate? Quelli di Cruz, Figo e Martins a confermare: facciamo sul serio, siamo noi l’anti Juve. Forse. Sesta vittoria di fila per la macchina da guerra nerazzurra, gioco e gol (...)