Un testimone contro Murdoch jr «Sapeva tutto delle intercettazioni»

Lo scandalo tabloid non si placa e sembra mettere sempre più in difficoltà James Murdoch. Secondo un testimone infatti il figlio del tycoon e amministratore di News corp. sapeva tutto sullo scandalo intercettazioni che ha portato alla chiusura di News of the World. A «inchiodarlo» ieri in un’audizione è stato l’ex capo dell’ufficio legale del giornale, Tom Crone, che ha chiaramente parlato di una email che riportava un caso di intercettazione: in pratica, di avere discusso il caso intercettazioni con il figlio di Murdoch, mentre lui aveva detto che tutto era stato fatto tenendolo all’oscuro.
Non solo: l’email, ha spiegato Crone, fu anche discussa con Murdoch in un meeting della durata di quindici minuti nel 2008, alla luce anche di una prima denuncia arrivata al giornale. L’email inviata a James Murdoch e intitolata «for Neville» coinvolge il capo redattore del giornale Neville Thulbeck. Le informazioni private in questo caso riguardavano l’amministratore delegato dell’Associazione dei giocatori di football professionisti, Gordon Taylor, che prontamente denunciò il giornale per aver decriptato il suo telefonino.