La testimonianza Gli abruzzesi stupiscono solo chi non li conosce

Gli italiani, e forse non solo loro, si sono stupiti nel vedere con quale dignità gli abruzzesi abbiano affrontato la tragedia che li ha colpiti. Non ha stupito quelli, come me, che li hanno conosciuti. Tanti anni fa, quando gli alpini venivano reclutati con criteri territoriali, venivano presi dalle regioni della corona alpina, cioè dal settentrione e per il resto dell’Italia centromeridionale, soltanto dall’Abruzzo e questi costituivano il nono reggimento della Divisione Julia. Tanto nomini!.. Io, genovese, da sottotenente ho avuto l’onore di comandarne un plotone in guerra e posso affermare che possedevano una tempra tale da non temere il confronto con i friulani e formavano l’ottavo reggimento della Julia. Il loro carattere era così, forte e gentile, che faceva loro affrontare le peggiori situazioni con calma e con dignità. Ero e sono fiero di loro che sono d’esempio a tutti gli italiani, e spero che nessuno dei miei alpini o qualche loro famigliare, abbia sofferto in questa tragedia.