Testo: Barbara Gilbo, "Che ne sai di me"

Il testo della canzone che Barbara Gilbo presenta a Sanremo

Lascerò per te
questa maschera di lacrime e coriandoli
ma che ne sai di me,
di tutto quello che ho passato e sai per chi
per chi per te…per te.
Un pomeriggio vesuviano
di cui non ricordo il mese e che paese è
chissà se ancora c'è
scappa con le scarpe in mano
la bambina dal presepe
se…ne va nella città

(annuncio)
L'intercity 3002 delle ore 18 e 30
per Roma Termini è in partenza dal binario 3

Un pulcinella con la sottana
mezza maschera napoletana…femmena
falce di luna dentro il tuo pozzo,
prigioniera costretta sempre
a splendere…che ne sai di me.
Fuori a cena dopo le audizioni,
con quelli che se la raccontano
mille antenne sopra i capannoni
Cinecittà non fa più cinema

(megafono)
Chi ha avuto ha avuto ha avuto
chi ha dato ha dato ha dato
scurdammoce o passato simmo nate per cantà per cantà

Quell'incosciente napoletana
In amore come sempre ha dato il massimo
una vita fatta di scale,
chi le sale sale sale e non sa
scendere…che ne sai di me

(megafono)
Chi ha avuto ha avuto ha avuto
chi ha dato ha dato ha dato
scurdammoce o passato simmo nate per cantà per cantà

Falce di luna dentro il tuo pozzo,
'na prigioniera costretta sempre a splendere
un pulcinella con la sottana
fa l'inchino poi esce di scena
in autobus…che ne sai di me.
Ciao.