Tettamanzi: «Milanesi, salviamo il nostro Duomo»

Il cardinale Dionigi Tettamenzi sogna un Duomo rimesso a nuovo e, nella domenica in cui si celebra l’anniversario della dedicazione della cattedrale, lancia un appello per sostenere i restauri in vista di due appuntamenti chiave: l’arrivo del Papa nel 2012 ed Expo nel 2015.
Il suo appello è già stato in parte accolto dalla istituzioni che si sono impegnate a investire 4,4 milioni per il restauro della guglia maggiore e del museo. A fare da cassa di risonanza all’appello lanciato dal cardinale è il consigliere regionale dell’Udc Enrico Marcora, che invita a considerare la cattedrale «non solo la chiesa della Diocesi, ma anche la chiesa madre di tutti i fedeli, il luogo in cui pregheranno le comunità internazionali che verranno a Milano nel 2015». Anche la Veneranda fabbrica del Duomo, che ogni anno lotta per poter sostenere tutte le spese che ruotano attorno alla cattedrale, appoggia l’intervento di Tettamanzi: «Bene - commenta il direttore dell’associazione, Benigno Morlin -, sono contento che il cardinale affronti questi temi. Speriamo di poter mettere tutto a posto entro il 2015».