Tettamanzi sogna piazza Duomo senza show

L’arcivescovo Dionigi Tettamanzi ha presentato ieri il programma per l’anno pastorale. È stata l’occasione per parlare dei problemi della città, dal numero sempre maggiore di matrimoni civili alle separazioni («dobbiamo accogliere i separati») fino al caro alloggi: «Su alcuni problemi che non hanno colore politico le istituzioni devono lavorare più in armonia». Il cardinale non ha voluto commentare esplicitamente la proposta dell’assessore Vittorio Sgarbi di vietare concerti e comizi politici in piazza Duomo, centro della vita religiosa della città. «Dico solo che oggi sono uscito dal Duomo e la piazza era bella senza niente» racconta il cardinale. Che rivolge un appello ai sacerdoti: «La domenica mi piacerebbe vederli accogliere i fedeli davanti alla chiesa».