Tg1, nuove polemiche per Marina Nalesso in onda con crocifisso

La giornalista del Tg1 Marina Nalesso, dopo due anni, torna nuovamente al centro delle critiche dei laici che sui social la contestano di condurre l'edizione pomeridiana del telegiornale con addosso un crocifisso

Ci risiamo. La giornalista del Tg1 Marina Nalesso, dopo due anni, torna nuovamente al centro delle critiche dei laici e dei "laicisti" che sui social la contestano di condurre l'edizione pomerdiana del telegiornale con addosso un crocifisso.

Ora i suoi oppositori tornano alla carica. "L'ostentazione dell'occupazione della #Rai da parte dia una fazione politica. Un affronto alla #laicità dello #Stato. Una grave mancanza di rispetto nei confronti de #cittadini. Se questi son cattolici autentici o carrieristi? #tg1 #Rai1 #Rai #ServizioPubblico #MarinaNalesso", scrive un utente su Twitter.

A difenderla ci hanno pensato i cattolici ma non solo. "Non ho mai visto Marina Nalesso aprire e chiudere il #Tg1 facendosi il segno della Croce. E non ho mai ascoltato da lei, tra una notizia di cronaca e una di economia, recitare una giaculatoria. Ho buona memoria. Il Rosario sta bene dove sta!", cinguetta un altro utente di Twitter. L'ex deputato Daniele Capezzone, invece, scrive: "+Ultime follie a sinistra+ Sono notoriamente liberale e laico, non sospettabile di derive clericali di alcun tipo. Ma trovo allucinante che a sinistra se la prendano perché la (brava) giornalista Marina #Nalesso indossa il #crocifisso. Solo un talebano (laico) può offendersi".

La Nalesso, dal canto suo, in un'intervista rilasciata lo scorso giugno a Cristiani Today, ha spiegato cosa significa per lei indossare il crocifisso:"Ci hanno inculcato in maniera strisciante che la fede vada vissuta privatamente. Ma questo è un controsenso, se una persona ha fede, è ciò che è in tutto ciò che fa, in ogni gesto, ogni piccola attenzione, ogni sorriso. Non può essere nascosta, nei gesti come nei simboli".

Commenti

Aegnor

Gio, 16/08/2018 - 18:16

Se ai mussulmani da fastidio se ne tornino a casa e portino con loro pure tutte le magliette rosse ululanti

occhiotv

Gio, 16/08/2018 - 18:35

Hai fatto benissimo, siamo italiani e la gran parte di noi è cattolica.

Giorgio5819

Gio, 16/08/2018 - 18:48

I comunisti sono sempre più oscenamente orgogliosi della loro inconsistenza cerebrale.

unghiecondenti

Gio, 16/08/2018 - 18:50

Se dovessero vietarglielo allora è chiaro che non siamo più un paese libero .

frapito

Gio, 16/08/2018 - 18:55

Bravissima! Se a qualcuno da fastidio si giri e cominci a camminare!

wkbambi

Gio, 16/08/2018 - 19:02

Noi italiani siamo ipocriti e incoerenti. Parliamo di rispetto solo quando a esigerlo sono i cristiani. Se una persona qualunque si mostrasse in tv o in un luogo pubblico esponendo un simbolo della religione mussulmana, o della Chiesa di Satana (moderna, fondata sul rispetto e sulla libertà), o della religione ebraica, verrebbe sommersa da insulti a non finire. Uno Stato è prima di tutto un'istituzione politica, che non dovrebbe essere mischiata con la religione, qualunque essa sia. In uno Stato coesistono tante religioni diverse, nessuna dovrebbe prevalere sulle altre.

wkbambi

Gio, 16/08/2018 - 19:08

Nessuna religione è superiore alle altre, nè dev'essere prepotente. Questa è una mancanza di rispetto senza precedenti.

Capellonero

Gio, 16/08/2018 - 19:15

La brava giornalista, perché non puo' prtare un Crocifisso al collo? chi ha detto che é proibito? Imusulmani se non vogliono vedere il tg1 se ne vadano a gambe levate, cominciano a rompere le pa....l....l....e.

Divoll

Gio, 16/08/2018 - 19:25

Perche', allora non costringono anche le musulmane che compaiono in TV a togliersi il ridicolo velo? E' anche quello un simbolo religioso, per giunta non appartenente all'Italia e all'Europa in generale.

Cheyenne

Gio, 16/08/2018 - 19:40

MA NON ROMPANO I CxxxxxxI

Ritratto di navigatore

navigatore

Gio, 16/08/2018 - 19:48

sono ateo ma una persona che indossa un crocifisso ,resta per me solo un suo problema,nel reciproco rispetto, a differenza di certi elementi comunisti per non parlare degli islamici

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Gio, 16/08/2018 - 19:53

aegnor, da fastidio solo ad alcuni sinistroidi xche attratti da insane voglie... quindi ai loro occhi e offesa tutto cio che non passa bene all islam

mariod6

Gio, 16/08/2018 - 20:10

Gli ipocriti che criticano la giornalista con il crocifisso si vergognino e lascino il paese cristiano cattolico per cultura e tradizione. Inoltre, se mai, l'occupazione delle reti pubbliche l'ha fatta la sinistra atea e faziosa, usandole per i suoi sporchi giochi di potere. A loro da fastidio il crocifisso, a me da fastidio l'ANPI e l'appoggio ai gay. E allora ???

Luigi Farinelli

Gio, 16/08/2018 - 20:23

Brava Marina: la dittatura del relativismo illuminista sta mostrando i lati più triti, contraddicendosi COME SEMPRE. Il relativismo si scaglia contro tutti i dogmi e tutto ciò che si esprime con valori assoluti di riferimento, quindi le religioni, perchè: "tutti sono liberi di avere una propria concezione della vita, di fare ciò che si vuole; libertà per ognuno!". Si scaglia contro i dogmi, poi però fa di se stesso un dogma, nel senso che non può essere contraddetto, dimostrandosi invece contradditorio e di essere nè più nè meno che una dittatura del pensiero. Infatti si parla di Dittatura del Relativismo. Ed è ora che i suoi adepti ed ancelle comincino ad essere messi con le spalle al muro della loro stupidità

venco

Gio, 16/08/2018 - 20:52

E certo che i nostri sinistri che son pure anarchici da sempre van d'accordo coi musulmani, tutti questi citati sono portatori di odio e disprezzo verso quelli che non sono come loro.

killkoms

Gio, 16/08/2018 - 21:14

i clericali queste cose le guardano ma non le apprezzano!

Ritratto di Professor...Malafede

Professor...Malafede

Gio, 16/08/2018 - 21:17

Non capisco quale sia il problema! Ha chi da' fastidio? Ai kompagni del PCI-PDS-DS-PD?? Io al posto loro per protesta mi darei fuoco!

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 16/08/2018 - 23:09

Vedendo certi annunciatori, donne, in tante altre emittenti, tutte con le zinne sparate fuori cosa dovrebbero dire i ricchioni?

Ritratto di Jeronimo

Jeronimo

Gio, 16/08/2018 - 23:31

ma gli stupidi sono gli italiani che han dei cugini idioti che sollevano questa polemica... come pure le varie polemiche nelle scuole per crocefisso o canti natalizi con presepe... son loro i veri agitatori dell'odio razziale e religioso... se andiam avanti così il prossimo tg1 sarà condotto da una giornalista araba con tanto di chador

umberto1964

Ven, 17/08/2018 - 01:32

venco , è logico che i compagni vadano di amore e di accordo con gli islamici , baciapile e bigotti 1000 volte peggio dei cristiani ; chi si assomiglia si piglia . Di certo però non sono anarchici, anzi più rigidi , intruppati e fedeli alla linea del partito è difficile trovarne

cgf

Ven, 17/08/2018 - 02:04

Se avesse avuto il velo, allora andava bene, vero? Non era proprio loro a sostenere la LIBERTÀ RELIGIOSA?

dagoleo

Ven, 17/08/2018 - 02:47

Quando le musulmane vengono invitate in trasmissioni indossano il velo e nessuno glielo fà togliere. La Nalesso non può indossare il crocifisso. Mi sembra giusto. Questo paese, come vogliono anche gli atei sinistrati deve islamizzarsi e quindi è bene che il crocifisso venga tolto da tutto, ovunque. Il crocifisso non si può portare in giro. Cacciamo anche il Vaticano da questo paese. L'ha già insozzato fin troppo.

GPTalamo

Ven, 17/08/2018 - 04:24

Il crocifisso e' un simbolo di amore universale, e' triste vedere persone che si indignano, anche se fossero atee, perche' rinnegano la storia e cultura di molti secoli del nostro paese. Non confondiamo i valori proposti dal Vangelo della Chiesa dagli errori dei suoi uomini. Senza i morti nella battaglia di Lepanto potremmo non aver avuto la liberta' che ora abbiamo. IL problema del laicismo di stato e' che, per rispettare tutte le religioni, alla fine non ne rispettano neanche una, e alla fine scuola e televisione "programmano" la societa' ad essere puramente materialistica (non importa se secondo il modello capitalistico o comunista).

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 17/08/2018 - 05:49

Caro wkbambi, c'è un'unica vera religione ed è il Cristianesimo, prova ne sia che Dio si é fatto uomo. Che poi Bergoglio amministri malissimo la Chiesa è un altro discorso. Molte altre religioni contengono parti di verità oppure opinioni rispettabilissime, ma non basta.

Popi46

Ven, 17/08/2018 - 06:16

Non vedo perché uno Stato laico non possa rispettare idee e comportamenti non criminosi di chi laico non è. Hanno paura del lupo mannaro?

Ritratto di duliano

duliano

Ven, 17/08/2018 - 08:07

Non capisco: bisogna rispettare le donne musulmane che indossano il velo per non offendere la loro religione, e una che indossa un crocifisso è da condannare? Me lo spiegate, perché non lo capisco. Se parliamo di rispetto, rispettiamo tutte le religioni; il rispetto a fasi alterne è razzismo e discriminazione!!!

Ritratto di nando49

nando49

Ven, 17/08/2018 - 08:31

In un mondo dove i cristiani vengono ammazzati e le chiese distrutte e con una invasione islamica senza precedenti non mi dispiace vedere il simbolo della cristianità portato dalle persone e rimesso nelle aule scolastiche e negli uffici pubblici.

Luigi Farinelli

Ven, 17/08/2018 - 10:08

@GPTalamo: 04:24. Concordo pienamente. Per gli ateo-razionalisti illuministi e per i massoni il Crocefisso è il simbolo del cristianesimo che propone valori assoluti universali di riferimento, al contrario del relativismo illuminista che non accetta dogmi (MA FA DI SE STESSO UN DOGMA INCONTESTABILE). La stessa Storia è stata manipolata per denigrare il cristianesimo, inventando le leggende nere sul medioevo. Ma storici usciti dalle catacombe ed utilizzanti sofisticate metodologie d'indagine, stanno facendo tabula rasa, restituendo, nonostante la feroce reazione del Pensiero Unico, la vera dimensione dell'identità cristiana europea che ebbe proprio nel Medioevo un periodo tutt'altro che "buio e tenebroso", a partire dalle Crociate, per finire addirittura con l'Inquisizione (con tutto il corollario di balle sulle "cinture di castità", ius primae noctis ecc.).

Ritratto di chiri

chiri

Ven, 17/08/2018 - 15:20

Non voglio fare la morale ne far ricordare il Christfideles Laici perchè non spetta a me voglio solo dire che se vuole portare il segno dell'identità cristiana è una sua scelta, non credo che possa mancare di rispetto al diritto alla laicità, i laici sono e saranno sempre parte dei membri del popolo di Dio; chi segue l'antico operato dei Farisei rigidi e meticolosi deve essere cacciato dalla comunità dei Laici e basta così

terrry

Sab, 18/08/2018 - 14:51

Quella della giornalista Marina, è una bellissima testimonianza, spero e prego perché possa continuare a darla. Il Crocefisso, oltre il simbolo maggiore della nostra Fede, è la nostra identità, è l'identità dell'Italia e dell'Europa. Chi stoltamente tenta di rinnegarlo, dovrebbe farsene una ragione... magari approfondendo un pochino cosa significa RADICI CRISTIANE, un po' di cultura in più non nuoce a nessuno, anzi, insegnare agli ignoranti è un'opera di misericordia spirituale e, guarda un po', CRISTIANA!!!