Thailandia, ribaltone: il leader dell'opposizione nuovo premier

Abhisit Vejjajiva, 44 anni, nominato primo ministro del Regno dopo un voto al Parlamento che ha messo fine a 10 mesi di caos
politico tra i fedelissimi di Thaksin Shinawatra.
La nomina, che segue un cambiamento di alleanze, è stata segnata da incidenti davanti al Parlamento

Il capo dell’opposizione tailandese, Abhisit Vejjajiva, è stato nominato  premier del Regno dopo un voto al Parlamento che ha messo fine a 10 mesi di caos politico tra i fedelissimi di Thaksin Shinawatra. La nomina, che segue un cambiamento di alleanze, è stata segnata da alcuni incidenti davanti al Parlamento, dove un centinaio di sostenitori di Thaksin, vestiti di rosso, hanno gettato oggetti contundenti contro i deputati «traditori» e hanno tentato di bloccare l’entrata principale con delle trasenne.

Il 44enne Abhisit, leader del Partito democratico, ha ottenuto il sostegno di 235 deputati, 198 sono andati a Pracha Promnog, candidato del clan Thaksin, l’ex premier in esilio a londra. Tre parlamentari si sono astenuti. Abhisit Vejjajiva, nato nel Regno Unito e diolomato a Oxford, ha «ringraziato tutti i membri del Parlamento che lo hanno votato», ma si è astenuto dal fare qualsiasi dichiarazione politica nell’attesa del «consenso reale» alla sua nomina. È la prima volta da otto anni che un leader del Partito democratico diventa primo ministro. Tutte le elezioni politiche dal 2001, comprese le ultime del dicembre 2007, sono state vinte dai sostenitori di Thaksin.

La nomina di Abhisit segue nuove alleanze parlamentari, dopo la dissoluzione il 2 dicembre da parte della Corte costituzionale del partito del potere del Popolo (Peoplès Power Party, Ppp), mentre gli aeroporti di Bangkok erano occupati dai manifestanti monarchici del Pad (Peoplès Alliance for Democracy). Abhisit è il terzo uomo politico a diventare primo ministro in 10 mesi in Thailandia. Samak Sundaravej, alleato di Thaksin, è stato eletto capo di governo a febbraio, in seguito alle politiche di dicembre 2007, che hanno messo fine a 15 mesi di amministrazione militare. Samak, un appassionato di cucina, è stato destituito a settembre dalla Corte costituzionale, ufficialmente per avere continuato a presentare una trasmissione culinaria in tv. È stato rimpiazzato da Somchai Wongsawat, cognato di Thaksin, a sua volta costretto alle dimissioni il 2 dicembre su ordine della Corte costituzionale.