Thiago Motta a ParigiE Muntari va al MilanPippo Inzaghi se ne va?

Il giocatore italo-brasiliano al Paris Saint Germain. Prestito: Iaquinta al Cesena, Pizarro al Manchester City,

Dopo aver preso dal Porto il centrocampista colombiano Fredy Guarin l'Inter alleggerisce la rosa cedendo Thiago Motta al Paris Saint Germain. Il giocatore, convocato da Ranieri per la partita di domani contro il Palermo, ha scelto Parigi. Per lui un contratto di circa due milioni di euro l’anno per tre stagioni e mezzo con la squadra guidata da Carlo Ancelotti. Motta ritrova Leonardo, allenatore dell’Inter nella passata stagione.

Muntari al Milan

Il Milan ufficializza l’ingaggio di Sulley Muntari. Il centrocampista ghanese arriva dall’Inter con la formula del prestito. Il club rossonero potrà contare su di lui quando terminerà la coppa d’Africa che lo vede impegnato in queste settimane con la sua nazionale.

Inzaghi se ne va?

Massimiliano Allegri non ha convocato Pippo Inzaghi per la sfida di domani contro la Lazio: su di lui c’è l’interesse concreto di alcune squadre fra cui il Siena.

Iaquinta al Cesena

Il Cesena ha ufficializzato l’arrivo dell’attaccante Vincenzo Iaquinta in prestito dalla Juventus. "Sono contento di aver trovato l’accordo e non vedo l’ora di iniziare a giocare perché è da marzo che non faccio una partita", ha detto il giocatore. Iaquinta ha lasciato la Juventus così come altri due attaccanti di peso come Amauri e Toni.

Pizarro da Mancini

David Pizarro saluta la Roma. Il regista cileno (ex Udinese e Inter) va in prestito al Manchester City di Mancini.

Ranieri contento di Guarin

Il tecnico nerazzurro è soddisfatto del nuovo acquisto Guarin: "E' un giocatore che mi piace. Ha una struttura importante, ha qualità e penso che ci darà una grossa mano. Ha una eccellente prestanza fisica e - sottolinea l’allenatore dell’Inter - ci sarà utile. Fa al nostro caso".

Problemi con Sneijder?

"Sneijder? Non ci ho parlato, lo farò stasera nella riunione tecnica. Ho il dovere di mettere il più possibile gente di qualità in squadra, ma non dimentico che quelli con meno qualità ci hanno portato a sette vittorie consecutive". Ranieri si sofferma sul fantasista l'olandese, protagonista in negativo nella gara persa a Lecce. "Dobbiamo trovare un equilibrio - prosegue il tecnico - che nel primo tempo di Lecce non c'è stato. Wesley un problema? No, il bello e il difficile è inserire gente come lui e Forlan. Se i due entrano nel tessuto della squadra possiamo fare meglio, se così non fosse non ci penso, metto la squadra che corre e lotta di più e che mi ha portato a quei risultati".