Thoeni: «Una bellissima squadra in grado di fare grandi risultati»

E il Ct Roda rilancia: «Sono orgoglioso dei ragazzi che hanno conquistato il posto: sono la faccia pulita delle nuove generazioni»

da Trento

«È una bellissima squadra con grandi possibilità di risultato. Poche volte ci siamo presentati ai Mondiali o alle Olimpiadi con una squadra così compatta e capace di brillare in ogni disciplina, come hanno dimostrato i risultati sinora ottenuti in stagione». Parola di Gustavo Thoeni, che ha così ufficialmente lanciato, con questa espressione di grande ottimismo, l'avventura della nazionale azzurra di sci alpino ai prossimi mondiali di Åre, in Svezia. Lo ha fatto, parlando poco dopo il Ct Flavio Roda, nell'appuntamento promosso da Fisi, Trentino e Val di Fassa sull'Alpe di Lusia, in una delle località della zona dove gli sciatori italiani da quest'anno si possono allenare senza costi per la federazione. Una politica di promozione voluta dall'assessore Tiziano Mellarini e dal presidente di Trentino Spa Tito Giovannini, che coinvolge anche le nazionali Usa, con Bode Miller di casa ormai ad Andalo sulla Paganella e, novità di oggi, anche il Canada. «Sono orgoglioso dei ragazzi che hanno saputo conquistarsi il posto nella squadra - ha detto Flavio Roda - perché hanno profuso, a questo scopo, tutto il loro impegno professionale e agonistico. la squadra è un punto di arrivo non di parcheggio e tutti possono guadagnarsi la convocazione. Questi ragazzi rappresentano la faccia pulita delle nuove generazioni».
Il Ct ha parlato anche del non facile momento federale ed ha portato il saluto da Roma del professor Agabio, nuovo commissario Fisi. «Non possiamo dimenticare quanto particolare sia il momento che il nostro sport sta attraversando - ha chiarito il Ct azzurro - e quanto la stagione sia stata travagliata da incertezze economiche e politiche. A dispetto di tutto, la squadra italiana ha saputo fare quadrato: tecnici e atleti hanno pensato a rimanere concentrati sul loro lavoro e, pur avendo sentito l'assenza dell'istituzione, non hanno mai dimenticato l'obiettivo dei risultati, come testimoniano i dodici podi sinora conseguiti in Coppa del mondo con otto diversi sciatori».