Thompson brilla a Parigi

Fine settimana incerto per le Borse mondiali. A New York fin dai primi scambi è emersa una intonazione cedente, che ha portato a un risultato finale negativo. Ben tenute le blue chip General Motors e Honeywell, che migliorano dell’1,4%; in crescita Starbucks (più 3,2%) e nuove impennate di Sanmina che migliora del 17,5% e di Expedia in rialzo dell’11%. Realizzati i titoli energetici, con Exxon Mobil che arretra dell’1,1%. Tra i tecnologici, in calo Jds Uniphase e Apple computer, che cedono oltre il 2%. Fine settimana in tono minore sulle piazze europee, tutte «limate» e poco al disotto dei massimi raggiunti nei giorni scorsi. Ancora in ribasso i titoli dell’acciaio, con Acerinox e Thyssenkrupp che a Francoforte cedono intorno al 2%. Crollo a Londra della rete televisiva BSkyB (meno 5,3%) per il mancato raggiungimento degli obiettivi previsti. Il listino di Parigi è stato sostenuto dalla performance di Thompson (più 3,5%).