Thorpe stanco vuol rinunciare ai mondiali di casa

Brisbane. L’annuncio tra poche ore nel corso di una conferenza stampa convocata a Sydney: rinuncia ai Trials australiani e dunque ai mondiali di casa (Melbourne 2007). Ian Thorpe, monumento del nuoto australiano, vincitore dei 200 e dei 400 stile libero ai giochi di Atene, più volte primatista mondiale, avversario principe del nostro Rosolino, è stanco e starebbe addirittura pensando di smetterla con il nuoto. L’australiano (24 anni) dopo i trionfi di Atene si era preso un anno sabbatico per ricostruirsi fisicamente e mentalmente. Passato il 2005 e dopo aver rinunciato ai mondiali di Montreal e ai Giochi del Commonwealth, Thorpe in pratica non si è presentato più in vasca, debilitato anche negli ultimi tempi da un problema di febbre ghiandolare. Oggi deluderà gli australiani. La sua manager smentisce voci di ritiro definitivo, l’allenatore spera di averlo a Pechino 2008. Ieri è stato sottoposto a un test antidoping. Ma non c’entra con il suo futuro.