Thuram c’è Mutu spaesato Lucarelli latita

JUVENTUS
ABBIATI 6. Evita un gol di Lucarelli e lì inizia e finisce la sua partita.
ZAMBROTTA 6. Partita da operaio che tira di lima con qualche bagliore, compreso il cross del secondo gol.
THURAM 6,5. Mette subito in chiaro chi comanda nell’area juventina: pochi interventi ma efficaci.
CANNAVARO 6,5. Non sempre eccellente nel piazzamento, si diverte quando può scatenarsi nell’uno contro uno.
CHIELLINI 5. Un po’ ingessato, concede troppi spazi liberi nel primo tempo. Più attento nella ripresa.
MUTU 5. Spaesato al limite dell’anonimo. Non entra mai in partita, non capisce come lasciar fiorire il suo talento.
Dal 18’ st CAMORANESI 4. Qualche buona giocata e nervi tesi. Gioca 23 minuti ed esce per grazia ricevuta da Capello. Commette un fallo da espulsione, ma l’arbitro è suo amico.
Dal 40’ st BALZARETTI sv.
EMERSON 7. Presente, vivo, essenziale. Domina palloni e compagni indicando la via e dimenticandosi di avere accanto quel Vieira con poca anima.
VIEIRA 6. Francesino più che francesone. Occupa spazi, ma non occupa il suo spazio nel gioco della Juve: troppo tenero.
NEDVED 6. Parte con il piglio di un guerriero che vuol lasciare il segno. Poi va in riserva e diventa un corista.
IBRAHIMOVIC 7,5. Meriterebbe 5 per un paio di reti sbagliate, ma il resto sono delizie: dal gol all’assist a Del Piero.
TREZEGUET 6,5. Il solito cobra che sbuca quando non l’aspetti: quarta partita consecutiva in cui segna.
Dal 29’st DEL PIERO 6,5. Quarto d’ora di qualità, gol compreso.
ALL.: CAPELLO 7. Non sbaglia un colpo, nemmeno la personale espulsione di Camoranesi.
LIVORNO
AMELIA 6,5. Ne prende tre, ne evita altrettanti con la prontezza di un gattone.
MELARA 5,5. Bada a salvare il salvabile.
VARGAS 4. Infilzato come un pollo dagli attaccanti juventini.
GALANTE 4,5. Comincia con le comiche, finisce con i pianti.
COCO 5,5. Ogni tanto sembra di vederlo alla moviola, anzichè a velocità naturale. Dignitoso, non di più.
PFERTZEL 6. Gran vigore ma limitato tecnicamente.
Dal 28’ st PRATES 5. Firma solo il cartellino.
MORRONE 6. Guizza e corre dovunque.
PASSONI 6. Limita i danni davanti a Emerson.
DE ASCENTIS 5. Naufraga tra pasticci, errori ed espulsione.
LAZETIC 6,5. Il più guizzante ed intraprendente. Rischia di lasciare il segno.
Dal 34’st BAKAYOKO sv. Un buon cross.
LUCARELLI 5,5. Tanta imponenza scenica e un gol sfiorato.
Dal 43’ st BETANIN sv.
ALL.: DONADONI 5,5. La squadra gioca, si scioglie davanti ai colpi di classe e alla classe altrui.
ARBITRO: BRIGHI 4. Caccia De Ascentis, salva Camoranesi: due pesi e due misure con ossequio ai potenti.