Ti Media La Borsa crede alla vendita di «La7»: titoli su del 7,5%

Il titolo è, come si dice in gergo, sottile. E dunque basta poco per farlo salire o scendere vertiginosamente. Ieri, però, la Borsa ha dimostrato di credere alla possibile cessione di La7 a Carlo De Bendetti come ipotizzato in un articolo de «il Giornale». Ti Media, ossia la società di Telecom che controlla La7 è infatti schizzato a Piazza Affari del 7,56%. L’idea che De Benedetti possa comperare il terzo polo televisivo con gli stessi soldi del Cavaliere è dunque più che una ipotesi, almeno seconda Piazza Affari. Il riferimento è alla imminente sentenza della Corte d’Appello di Milano sul Lodo Mondadori, che potrebbe costringere il premier Silvio Berlusconi a versare circa 500 milioni di euro a De Benedetti, presidente del gruppo L’Espresso-Repubblica. In questo modo l’ingegnere potrebbe acquistare da Telecom, che vuole vendere ma non svendere, il canale televisivo La7. La notizia rimbalza già da alcuni giorni anche se le trattative sarebbero in questo momento molto segrete. E, infatti, la società si rifiuta di commentare qualsiasi voce. Molto più probabile, comunque, il passaggio di alcuni personaggi che porterebbero certamente maggiore audience all’emittente di Telecom. Primo tra tutti Michele Santoro che sarebbe seguito anche da Marco Travaglio. Ma anche Fabio Fazio starebbe pensando al terzo polo della tv generalista.