Ti Media: «Stop subito a Rete A»

da Milano

Guerra delle antenne tra Telecom Italia e il gruppo l’Espresso. Telecom Italia Media Broadcasting, la società titolare delle concessioni televisive di Telecom Italia Media (vale a dire le emittenti La7 e Mtv), ritiene che l’emittente del gruppo l’Espresso, «Rete A», non sia legittimata a trasmettere. Questa tesi è sostenuta in un ricorso presentato ieri al Tar. Telecom Italia Media Broadcasting, infatti, ha chiesto l’annullamento di «provvedimenti relativi all’autorizzazione all’attività» dell’emittente e, contemporaneamente, anche un risarcimento danni. «Rete A» trasmette il segnale di «all music» ed è, pertanto, direttamente concorrente di Mtv nel settore delle televisioni musicali rivolte al target dei giovanissimi. Il ricorso del gruppo Telecom Italia è anche una risposta implicita al gruppo l’Espresso: «Rete A» aveva chiesto lo scorso gennaio l’annullamento della delibera dell’Autorità per le telecomunicazioni che ha autorizzato Ti Media ad acquisire Elefante Tv: in questo caso il Tribunale amministrativo regionale ha rigettato la richiesta di un intervento cautelare urgente, riservandosi poi di pronunciarsi nel merito. Cosa che non è ancora avvenuta. Secondo il ricorso di «Rete A», la concessione di Elefante Tv sarebbe scaduta e non rinnovabile, e comunque legata esclusivamente alle attività di televendita (com’è noto è stata rilevata da Telemarket con lo scopo di utilizzarne le frequenze nell’ambito del piano di sviluppo del digitale terrestre delle televisioni di Ti Media).