Tiburtina Valley, un asilo all’avanguardia

Al via ieri mattina l’asilo nido aziendale «Nanna Bella» di Selex Sistemi Integrati, società di Finmeccanica. Alla cerimonia della posa della prima pietra hanno partecipato il presidente ed amministratore delegato di Finmeccanica, Pier Francesco Guarguaglini, l’amministratore delegato di Selex Sistemi Integrati, Marina Grossi, il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo ed il vicesindaco di Roma, Maria Pia Garavaglia.
Si tratta di un’esperienza pilota per le numerose aziende hi-tech della Tiburtina Valley e per la stessa Finmeccanica nazionale. La nuova struttura sorgerà su un’area di oltre 3.200 metri quadrati all’interno dell’insediamento industriale, al chilometro 12,400 della Tiburtina, ed accoglierà 50 bambini di età compresa fra tre mesi e tre anni. L’apertura è prevista per il prossimo settembre. L’asilo nido, concepito nel pieno rispetto delle norme igieniche, sanitarie e ambientali, garantirà la massima sicurezza, grazie a materiali di alta qualità. Tutti gli infissi saranno realizzati con apertura a scorrere, tutti gli spigoli sia all’esterno che all’interno dell’asilo saranno arrotondati per evitare qualsiasi rischio. I 700 metri quadrati di struttura coperta si estenderanno su un’ampia zona verde, attrezzata per i giochi all’aria aperta.
Selex Sistemi Integrati, azienda leader a Roma nell’elettronica per la difesa, conta 1.700 dipendenti. «La realizzazione dell’asilo nido - spiega l’amministratore delegato Marina Grossi - è una delle iniziative del Progetto Benessere promosso dall’azienda per migliorare la qualità della vita del personale. Siamo convinti che alleviando qualche preoccupazione ai nostri dipendenti, ricaveremo risultati positivi anche per la società». Il nido sarà aperto dalle 7,30 del mattino alle 18,30 del pomeriggio. Il personale sarà fornito da una ditta specializzata, sotto il controllo quotidiano dell’azienda. Una volta alla settimana è prevista la presenza del pediatra.
«Faremo funzionare la struttura nel modo migliore, perché è nostro interesse che i bambini stiano bene - ribadisce Marina Grossi -. Due posti saranno a disposizione di altre aziende della Tiburtina, dieci saranno riservati alle liste pubbliche del V Municipio. Ci auguriamo che quest’esperienza, la prima del genere nel triangolo industriale della Tiburtina, possa essere ripresa dal gruppo Finmeccanica a Roma ed in Italia».