Ticket a 1,5 euro e biglietterie anti-portoghesi

Novità in arrivo per il trasporto pubblico della Capitale. Non solo il già annunciato e confermato aumento del biglietti da un euro a 1,50 euro scatterà prima dell’estate, ma, da oggi, c’è la prossibilità di acqusitare i ticket on the road, cioè grazie ad apposite «biglietterie mobili». Si tratta di mezzi dell’Atac che percorreranno le vie cittadine per rifornire romani e turisti di ticket, dare informazioni e ricevere segnalazioni. I nuovi mezzi, per ora due, partiti in maniera sperimentale, serviranno anche a levare ogni pretesto ai «portoghesi» per necessità, cioè chi sale sul bus non essendo riuscito a trovare una rivendita di biglietti. L’iniziativa è stata presentata a Piazza del Popolo dall’ amministratore delegato dell’Atac, Carlo Tosti, dal direttore generale Antonio Cassano e dall’assessore capitolino alla Mobilità, Antonello Aurigemma. Le biglietterie mobili, le prime di una serie di esemplari che Atac ha in progetto di realizzare, sono state ricavate da due bus Gulliver a trazione elettrica, ’salvatì dalla rottamazione e trasformati dalla maestranze delle office centrali Atac in «stazioni mobili» per la vendita dei biglietti per bus, tram e metro. L’obiettivo, come spiegano dall’Atac, è «avvicinare l’azienda ai bisogni specifici dei cittadini in movimento» e di ridurre ancor più la cosiddetta «evasione di necessità» di chi viaggia a bordo del Tpl senza titoli perchè non riesce a trovare i biglietti.