Ticket antismog, An vuole il referendum

«Ci piace? No che non ci piace». Nonostante il via libera a Letizia Moratti, Alleanza nazionale, per bocca del coordinatore regionale Massimo Corsaro, non nasconde di non gradire il ticket antismog («dobbiamo far capire che non serve a far cassa, ma alla salute»). E, con Ignazio La Russa, ricorda al sindaco che si tratta di una sperimentazione. Che tra un anno si valuteranno i risultati e solo dopo si deciderà insieme che fine fargli fare. Magari consultando i milanesi. Che, nel sondaggio del Giornale pubblicato ieri, a stragrande maggioranza avevano chiesto un referendum sull’argomento.
Ma a smontare l’Ecopass morattiano scende in campo anche l’Istituto Bruno Leoni: «Non serve a combattere lo smog» sostengono dal think tank del pensiero liberale. «Il sindaco di Milano ottiene come risultato solo di dividere i cittadini tra quelli di serie A e quelli di serie B». Soluzione che non appare proprio brillante e che, stasera, sarà anche giudicata dall’ex sindaco Gabriele Albertini che sul traffico e sull’ecotassa dà «consigli» a donna Letizia.