Ticket congelato, se ne riparla nel 2008

Se ne riparlerà, forse, a gennaio. Ma il ticket d’ingresso - o Ecopass come lo ha ribattezzato la Moratti -, non partirà il 15 ottobre e neanche entro l’anno. Il presidente di Fi Silvio Berlusconi, che vede come fumo negli occhi il pedaggio, aveva chiamato a raccolta i suoi perché bloccassero il provvedimento e gli azzurri hanno portato a casa il bottino: per ora l’Ecopass è affossato e le tariffe degli abbonamenti saranno riviste al ribasso. Saranno uguali per milanesi e non, l’ipotesi sul tavolo è di 100, 200 e 500 euro l’anno, ma Fi assicura che «si pagherà anche meno». A metà ottobre e fino a Natale partirà solo una simulazione tecnica del sistema, poi il sindaco incontrerà di nuovo la Cdl e decideranno se passare dal virtuale al reale. Entro fine settembre invece parte la campagna di comunicazione che spiegherà quanto il Comune sta facendo per la mobilità e che la pollution charge non è una tassa. «Non vogliamo fare cassa», assicura la Moratti, che la prossima settimana vedrà Berlusconi. Gelmini (Fi) assicura che tra i due «non c’è nessuna polemica. La Moratti ha accettato in pieno la linea di Fi, sia sul rinvio che sui costi».