«Ticket d’ingresso in città: tutto pronto si può partire»

Al futuro sindaco, Albertini lascia in eredità «semafori intelligenti, telecamere, videosorveglianza, sensori annegati nell’asfalto». Un complesso sistema computerizzato messo in campo dall’amministrazione negli ultimi anni, «e costato 192 milioni di euro, 23 dei quali finanziati dall’Ue». Il sindaco-commissario consiglia al suo successore di usarlo «per controllare gli ingressi in città». Perché «per affrontare correttamente il problema dello smog e del traffico», la prossima giunta «dovrà applicare il sistema di congestion charge usato a Londra».