Ticket, la Regione frena il sindaco

I partiti della maggioranza e la Regione frenano sul ticket per le auto che entrano a Milano. «Nessuno ha mai parlato di ticket d’ingresso, si sta studiando un ticket ambientale come previsto nel programma» dice Letizia Moratti dopo il vertice della Cdl. Il sindaco ha rassicurato gli alleati: «Non c’è nulla di deciso, prima di definire il piano faremo un incontro con i partiti». L’appuntamento è per il 25 settembre, quando l’assessore ai Trasporti, Edoardo Croci, farà il punto. Opposizione netta dal Pirellone. Dice l’assessore regionale all’Ambiente, Marco Pagnoncelli: «Se si parla di prevenzione contro l’inquinamento, spetta alla Regione coordinare. Prima di intervenire con una tassa, facciamo rispettare i provvedimenti in vigore». Le perplessità sono numerose nella Cdl. Ignazio La Russa, per An, esclude «il dazio medievale» e mette paletti: «La maggioranza dei mezzi deve poter entrare senza pagare». Dubbi in Forza Italia. «Si può pensare di far pagare tutti i mezzi non catalizzati» dice la coordinatrice regionale, Mariastella Gelmini. In controtendenza la Lega. Matteo Salvini difende il ticket per tutti: «Servono scelte coraggiose perché stiamo morendo soffocati».