Tifo da stadio per i delegati

Trombe da stadio e uno striscione lungo trentasei metri e scritto in diverse lingue. Sembrano gli «ultrà» dell’Expo 2015. Si fanno chiamare «Milan Expo Committee» (Mec), sono un comitato spontaneo di ragazzi, soprattutto universitari, milanesi e no, certamente sotto i trentacinque anni, che hanno molto a cuore che Milano si aggiudichi l’Esposizione universale del 2015. «Lavoriamo da un anno e mezzo su progetti a sostegno dell’Expo - racconta il portavoce Federico Gordini, 25 anni -. Vogliamo mostrare l’interesse e la partecipazione dei giovani a questa candidatura, che può diventare un vero traguardo intergenerazionale». Ieri, con gli striscioni, hanno scelto di dare in modo coreografico un saluto ai delegati del Bie appena arrivati a Palazzo Marino. Per domani sera invece hanno organizzato il «Mec Opening party», un evento serale al Club Lotus di viale Montegrappa per presentare al pubblico i loro progetti.