Il tifo di Tomba: "Sci alpino, 4 medaglie..."

Il campionissimo azzurro: "Tre medaglie dai ragazzi e almeno una
dalle ragazze. "Punto su Denise Karbon, Manuela Moelgg e poi Davide Simoncelli, Max Blardone, Manfred
Moelgg"

"Tre medaglie dai ragazzi e almeno una dalle ragazze". È quanto chiede il super tifoso Alberto Tomba alla spedizione azzurra di sci alpino alle Olimpiadi di Vancouver. "Punto su Denise Karbon, Manuela Moelgg e poi Davide Simoncelli, Max Blardone, Manfred Moelgg", ha spiegato in un’intervista al settimanale Diva e donna.

Il più grande campione italiano della storia di questo sport ripercorre anche la sua carriera: "È difficile trovare un altro Tomba come un’altra Deborah Compagnoni. Noi abbiamo vissuto una stagione unica. Ora è difficile ricostruire quella cornice, quegli stimoli". Una stagione di gioie ma anche di grandi pressioni: "Tutte le volte che arrivavo secondo era come se avessi perso. Ero condannato alla vittoria. Mi aiutava a reggere il fatto che ho amato lo sci talmente tanto che io festeggiavo anche la sconfitta, non solo la vittoria. E così il giorno dopo ricominciavo più motivato".

Il Tomba di oggi passa "più tempo al mare che in montagna. Al sole d’estate, rinasco: corro, nuoto. A giugno ho un fisico da gara. Però non sopporto quando mi chiedono: ma quando metti la testa a posto? Perché ha la testa a posto uno di quei padri di famiglia che poi va con un’altra?".