Tifosi blucerchiati Per il ritorno assalto ai biglietti

Qualcuno, anzi in tanti, ci credono. A cominciare da quelli che ieri mattina hanno preso d'assalto il Sampdoria Point per aggiudicarsi il biglietto per la partita di ritorno di martedì contro il Werder.
La vendita libera infatti è cominciata e si concluderà soltanto il giorno della gara. Del resto il primo a suonare la carica è stato il capitano Angelo Palombo che ha chiesto ai tifosi blucerchiati di trasformare Marassi in una bolgia. Ribaltare il risultato di 3-1, si sa, non sarà facile ma evidentemente il gol di Giampaolo Pazzini ha riacceso le speranze, forse anche più di quanto ci si potesse immaginare. Il Ferraris insomma va già verso il tutto esaurito e questa è la prima buona notizia per Di Carlo che si troverà a poter contare su una spinta in più. E visto che il tecnico non vuole lasciare nulla di intentato ecco che ha deciso di effettuare l'allenamento di oggi direttamente allo stadio e non a Bogliasco e per di più non di pomeriggio alle 17, come è accaduto negli ultimi giorni ma questa sera, sotto le luci dei riflettori. Senza pubblico, però, visto che la seduta inizierà alle 20,30, un quarto d'ora prima rispetto a quella di martedì ma sarà rigorosamente a porte chiuse, per evitare sguardi indiscreti di giornalisti e qualche curioso mandato da Brema per osservare il lavoro di Pazzini e compagni. In realtà Di Carlo ha anche un obiettivo in piu', quello di testare e tastare il manto erboso del Ferraris, che è già stato messo alla prova, non superata a giudicare dalle zolle rialzate, durante la partita del Genoa contro l'Atletico Bilbao. L'allenatore blucerchiato vuole quindi verificare la tenuta del campo, che però, c'è anche da dire, è lo stesso della passata stagione visto che era stato rizollato ad inizio Primavera. Non dovrebbero esserci grandi sorprese, insomma, anche perchè gli unici giocatori nuovi che scenderanno in campo rispetto all'anno scorso sono Curci e Volta. Gli altri conoscono ogni filo d'erba. In chiave mercato l’attaccante Guido Marilungo ha rinnovato fino al 2015.