Tifoso aggredisce Lampard Bandito a vita dagli stadi

Inghilterra, il Tottenham ha espulso a vita dal proprio stadio il tifoso che ieri sera ha invaso il campo tentando di colpire con un pugno il centrocampista del Chelsea

Londra - Il Tottenham ha bandito a vita dal proprio stadio il tifoso che ieri sera ha aveva invaso il campo tentando di colpire con un pugno Frank Lampard, centrocampista del Chelsea e della nazionale inglese. Il tifoso, arrestato e incriminato per invasione e aggressione, era entrato sul terreno di gioco dell'impianto londinese di White Hart Lane in compagnia di un altro facinoroso interrompendo brevemente il quarto di finale di Fa Cup vinto dal Chelsea per 2-1. Sulla vicenda la federcalcio inglese ha avviato un'inchiesta.

"Quando qualcuno entra in campo per aggredirti, c'è poco da fare...". Frank Lampard racconta il fuori programma di cui è stato protagonista ieri sera. Poco dopo il fischio finale, "ho visto che questa persona si avvicinava - dice Lampard - e ho continuato a tenerla d'occhio. Se mi fossi girato, avrebbe potuto colpirmi alle spalle". L'invasore di campo, in evidente stato di ebbrezza, ha provato a sferrare un pugno a Lampard. "L'ho schivato e poi gli steward lo hanno bloccato. Si vedeva, dal modo in cui correva, che aveva bevuto un pò troppo. Non penso che il campo fosse il posto più adatto per lui". I giocatori del Chelsea avevano appena finito di esultare davanti al settore occupato dai propri tifosi. "Se possiamo nemmeno festeggiare davanti ai nostri fans, allora è davvero una brutta giornata".

Archiviata la brutta parentesi di violenza il Chelsea può godersi la fase particolarmente positiva della stagione, con la squadra di Abramovic ancora in corsa per il "quadruple"", ovvero scudetto, coppa d'Inghilterra, Champions League e coppa di Lega (già vinta).