Il Tigullio salpa con il vento in poppa

Tutti pronti a tornare in acqua. Dopo la pausa legata alle festività natalizie e di tornerà rotagonista il «XXX Campionato Invernale Golfo del Tigullio-Trofeo Selmabipiemme».
La prestigiosa kermesse velica organizzata dai Circoli Velici del Tigullio si appresta quindi a vivere il suo rush finale con gli ultimi tre weekend di gara che caratterizzerano questo ultimo mese di regate. E si riparte proprio domani con la sesta prova in programma, prima delle attesissime giornate di chiusura, con le grandi finali, già fissate per domenica 22 Gennaio e domenica 5 Febbraio.
Cinque le prove fin qui disputate, caratterizzate da splendide giornate di sole, con vento teso, spesso assai violento, che ha messo a dura prova le quasi cento imbarcazioni fin qui iscritte alle diverse tappe dell’«Invernale». Un coinvolgimento di oltre 1.500 velisti tra equipaggi e uomini degli shore team. Un risultato straordinario che, oltre all’aspetto puramente agonistico, costituisce per il Tigullio un’incredibile possibilità per l’indotto turistico e commerciale della zona. Scafi delle classi IMS ed IRC con particolare attenzione anche per i cabinati monotipo delle classi J80 ed Etchells, tutti in mare, nello splendido specchio acqueo compreso tra Sestri Levante e Portofino per mettersi alla prova e confrontarsi in una delle manifestazioni più ambite della vela nazionale.
E si ripartirà da una classifica generale che non concede sonni troppo tranquilli agli attuali leader. E così tra gli IMS, nella «generale provvisoria overall» «Despeinada» di Italo Borrini dovrà vedersela con gli incalzanti «Jonhatan Livingston» dell’armatore Giorgio Diana e «Alpenergie Maolca» portato da Manfredi Vianini Tolomei. Speranze di successo non del tutto ancora svanite anche per «Airis» e «Sea Whippet», rispettivamente di Roberto Monti e Carla D’Albertas Ceriana. Battaglia sportiva senza confini anche tra gli scafi delle classi IRC dove il dominio in vetta alla classifica provvisoria di «Swantastic» di Lorenzo Bortolotti appare forse leggermente più solido.
Ma dietro la concorrenza non mollerà di certo la presa, a partire da Giancarlo Ghislanzoni ed il suo «Chestress 2». Proseguendo poi, in chiaro ordine di merito con «Big Jim» e «Botta Dritta 2» rispettivamente portati da Riccardo Donati e Marco Matica.
Nomi che stanno scrivendo e scriveranno splendide pagine di sport in quel contesto mai secondario che vive e si alimenta con la passione viscerale per il mare.
E questo è anche l’obiettivo primo dei Circoli Velici del Tigullio promotori di un appuntamento capace, stagione dopo stagione, di regalare grandi emozioni rinnovandosi nel solco della tradizione.
Questi i prossimi appuntamenti: dommani 1 o 2 prova/e. Domenica 22 gennaio 2006 1 o 2 prova/e. Domenica 05 febbraio 2006 1 o 2 prova/e