Il Tigullio va a teatro nella villa

Gian Maria Bavestrello

Intrattenere senza rinunciare all'impegno e alla riflessione: sarà l'intento di «Tigullio a Teatro», festival nato dalla collaborazione del Centro Teatro Ipotesi con il Comune di Santa Margherita Ligure e giunto ormai alla sesta edizione.
Il direttore artistico della rassegna, Pino Petruzzelli, la responsabile del coordinamento, Paola Piacentini, e l'assessore al turismo e alla cultura Giuseppe Pastine hanno illustrato i tre momenti in cui, entro la cornice di Villa Durazzo, si articolerà l'evento. «Il filo conduttore del Festival - afferma Petruzzelli - sarà il rapporto che sussiste fra la “Grande Storia” e le quotidiane vicende degli individui: piccole storie che garantiscono la lettura immediata della rappresentazione da parte dello spettatore e che, al contempo, contribuiscono a generare i grandi temi».
Si partirà il 23 agosto con «Visibilinvisibili», spettacolo tratto dalla scrittura poetica di Erri De Luca, Gabriele Romagnoli, Pier Paolo Pasolini e incentrato su storie di ordinaria clandestinità.
Il 24 agosto andrà in scena «Di uomini e di Vini», scritto, diretto e interpretato dallo stesso Pino Petruzzelli, autore di un omonimo libro di viaggio dentro la faticosa e suggestiva realtà dei viticoltori liguri. La storia di una famiglia di vignaioli e del loro vino sarà l'occasione per misurare i grandi cambiamenti sociali del paese e per riflettere «su una metafora - dice Petruzzelli - di quella ciclica alternanza di vita e morte tanto certa e naturale quanto, oggi, esorcizzata da una società che nasconde a se stessa la fine».
L'ultima sera, il 25 agosto, toccherà invece a Giuseppe Cederna, protagonista del film Premio Oscar «Mediterraneo» di Gabriele Salvatores e autore di un documentario di denuncia, realizzato in Kenia e in Sudan, che sarà proiettato in collegamento con «La Febbre», di Wallace Shawn, «delirante» monologo di conflittuali avvicendamenti dei ricordi di una gratificante vita borghese con le immagini di fame, tortura e violenza che marchiano il continente africano.
Gli spettacoli inizieranno alle ore 21 e saranno preceduti da una degustazione di vini liguri in collaborazione con l'Enoteca Bisson di Chiavari. L'ingresso sarà gratuito e l'eventuale maltempo non causerà problemi: in caso di pioggia gli spettacoli avranno luogo nell'atrio della villa.