Tim Brasil, spunta Telemar

da Milano

Nuovi pretendenti per Tim Brasil. Ieri l’amministratore delegato della brasiliana Telemar Eduardo Falco ha detto di essere pronto a studiare nuove opportunità di business, compresa l’acquisizione di Tim Brasil da Telecom Italia. E dunque se Telemar parteciperà alla gara per la controllata mobile di Telecom in Brasile, Tim Participacoes, la cassaforte che racchiude al suo interno l’81% di Tim Brasil, si troverà a competere con la messicana America Movil. Un giornale brasiliano ha scritto in settimana che America Movil, la società di tlc che fa capo al messicano Carlos Slim, ha recentemente alzato la sua offerta per Tim Participacoes da 8 a 10 miliardi di dollari. Una prima valutazione della società di Telecom Italia si aggirava intorno ai 6-7 miliardi di euro (pari a circa 7,8-9,1 miliardi di dollari), cifra che dunque pare ampiamente raggiunta. Il presidente Guido Rossi in occasione dell’incontro con i vertici sindacali aveva detto: «Per Tim Brasil stiamo valutando una possibile cessione». Sempre in quel frangente Rossi avrebbe promesso ai sindacati di essere pronto a reinvestire nell’azienda i proventi di Tim Brasil che non andrebbero così a diminuire il debito di Telecom.
Standard & Poor’s ha comunicato però di essere pronta ad abbassare il rating su Telecom se la società non dovesse riuscire ad abbassare il debito, che ora è pari a circa 40 miliardi di euro, del 15% in un anno.