La Tim Cup è dimenticata: la MRoma travolge Verona

Netta affermazione della MRoma volley nella settima giornata di ritorno del campionato di pallavolo. Dopo la parentesi delle finali di Coppa Italia, con la corsa della formazione capitolina che si è arrestata solo in finale di fronte alla Sisley, ieri, la squadra di Serniotti, ha avuto ragione della Marmi Lanza Verona per 3-0 (25-19/25-21/25-21).
Una gara a senso unico, con i capitolini guidati in campo da Kooistra, autore di 14 punti, con 6 ace all’attivo e giustamente nominato MVP della serata. Verona non ha saputo reagire alla strapotenza in battuta della formazione capitolina, e proprio dalla linea di fondo, che Roma ha costruito la vittoria. Nel primo set, i capitolini, sono partiti subito forte, con Savani e Molteni lanciati in banda da Tofoli e con Osvaldo Hernandez sempre elegante nei suoi movimenti. Chiusa la prima frazione sul 25-19, al ritorno in campo l’unico sussulto dei veronesi, capaci di reggere con un break di vantaggio almeno fino a metà frazione: sul 10-12, Roma cambiava marcia e si lanciava sul 16-15 prima, sul 20-17 in seguito, fino al 25-21 finale grazie alla sapiente regia di Tofoli e ai palloni schiacciati a terra da Savani (alla fine 9 punti) e Molteni (9 punti). Terzo periodo a senso unico, con la MRoma ben salda nell’incontro. Soddisfazione sottolineata dalle parole di Serniotti: «Con questa partita - spiega il tecnico della MRoma - abbiamo riscattato la brutta finale di Coppa Italia anche se globalmente devo ammettere che nelle finali di Tim Cup abbiamo comunque giocato una bella pallavolo, sbagliando solo la finale. Peccato, perché sarebbe bastato battere come abbiamo fatto contro Verona e probabilmente la gara sarebbe stata molto diversa. L’arma determinante stasera (ieri, ndr) è stata infatti proprio la battuta».
Destino diverso per la seconda formazione laziale che milita in A1: la Maggiora Latina è uscita sconfitta dal campo dei campioni d’Italia di Macerata con un secco 3-0 (25-18/25-16/25-17).\