"Time": è il Dalai Lama il leader più influente del mondo

La rivista americana stila la classifica dei top 100 mondiali. In testa il leader spirituale dei tibetani, al secondo posto Wladimir Putin. Tra gli artisti i registi Joel ed Ethan Coen, tra i "blade runner" Oscar Pistorius. Nessun italiano presente

New York - È il Dalai Lama il leader più influente nel mondo. Come ogni anno la rivista Time, ha stilato l’elenco di uomini politici, ma anche pionieri, scienziati, attori e «titani» che sono stati capaci di lasciare un segno nella nostra epoca. Nessun italiano tra i big 100, e invece Kakà, George Clooney, la coppia Brangelina. Assente papa Benedetto XVI, mentre è presente all’undicesimo posto Bartolomeo I, patriarca ecumenico di Costantinopoli.

Il leader spirituale dei tibetani svetta in cima alla classifica del 2008 dinanzi al presidente russo Vladimir Putin, al senatore afro-americano Barack Obama, e agli altri 2 sfidanti per la corsa alla Casa Bianca, Hillary Clinton e John McCain. Estromesso dalla lista dello scorso anno, il presidente Usa W.J. Bush è al settimo posto, dopo il il suo omologo cinese cinese Hu Jintao. Al dodicesimo l’imam radicale sciita Muqtada al-Sadr, considerato evidentemente più influente del leader di Al-Qaeda, Osama bin Laden, e del presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, entrambi spariti.

Tra i "leader e rivoluzionari", anche Sonia Gandhi ed Evo Morales. Nel gruppo "eroi e pionieri", svetta la coppia più glamour del pianeta, Brad Pitt e Angelina Jolie, seguiti da Oprah Winfrey - la star dei talk show americani, inclusa per la quinta volta - "blade runner" Oscar Pistorius, Mia Farrow, il tennista Andre Agassi, Kakà e -nonostante abbia trascorso la gran parte degli ultimi diciotto anni agli arresti domiciliari- la leader della resistenza birmana Aung San Suu Kyi.

Tra gli artisti, Joel ed Ethan Coen - i fratelli pluripremiati nell’ultima notte degli Oscar per «Non è un paese per vecchi», Bruce Springsteen, Mariah Carey, George Clooney e, per la prima volta, Miley Cyrus - la star appena quindicenne di "Hannah Montana" - la più giovane presenza nella lista e che, recentemente è stata indicata come l’attrice giovane più ricca di Hollywood (18 milioni di dollari solo nel 2007). Tra gli scienziati, il sindaco della grande mela, Michael Bloomberg, lo scienziato-manager padre della decifrazione del genoma, Craig Venter; tra "titani", Rupert Murdoch, Steve Jobs e Karl Lagerfeld.